Roma, (askanews) - Parte da Lecce ma si sta piano piano estendendo in tutta Italia. È la campagna contro il bullismo promossa dagli studenti dell'Istituto Galilei-Costa di Lecce intitolata "Mabasta", acronimo di Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti.Lo scopo del progetto dalla voce dei protagonisti: "La caratteristica principale di Mabasta è che è nato dal basso, anzi dal bassissimo. Infatti siamo tutti ragazzi dai 14 e 15 anni. In questa avventura non siamo soli, vogliamo il coinvolgimento di tutti i ragazzi d'Italia per creare una grande associazione"."Il nostro scopo finale è quello di isolare e mettere all'angolo i bulli. Pensate che paradosso: prendere di mira i bulli e non il contrario".All'iniziativa hanno già risposto 110 studenti di Giugliano, in Campania, dove il dirigente Giuseppe Pezza, insieme agli studenti, ha pensato bene di creare un gruppo di volontari (due alunni per classe) per contrastare ogni forma di bullismo tra i banchi di scuola.Dagli studenti proposte concrete: "Una prima cosa che stiamo facendo è quella di cercare in tutta Italia classi debullizzate, ovvero classi dove non ci sono atti di bullismo". "La nostra prossima mossa sarà quella di chiedere a tutti gli studenti d'Italia di nominare dei responsabili contro il bullismo".