Rho Pero (askanews) - Con lo slogan "United to Feed the Planet", gli Stati Uniti si presentano a Expo 2015 nel ruolo di Paese innovatore, non solo nel settore alimentare. Una vocazione riflessa da un padiglione che evoca le linee del tradizionale granaio americano, ma che include anche tanta tecnologia impiegata per creare ecosistemi alimentari più sostenibili e accessibili. Lo ha inaugurato il commissario generale, ambasciatore Douglas T. Hickey, dopo una breve cerimonia del corpo dei Marines."Credo che gli italiani, il governo italiano, i cittadini di Milano, debbano essere tutti orgogliosi di quello sta accadendo qui oggi. E' un grande risultato, un bellissimo sito".Il messaggio dal padiglione americano è tutto incentrato sulla sfida di nutrire il mondo, sul modo migliore per farlo e sulle tecnologie innovative possano essere usate per farlo."Cerchiamo di educare le persone, emozionarle e coinvolgerle nella sfida di sfamare nove miliardi di persone entro il 2050".L'arma segreta degli americani saranno 120 studenti-ambasciatori, da 95 università americane che accompagnano i visitatori all'interno del padiglione.