Sydney (TMNews) - Gli incendi devastano l'Australia. I Forti venti e temperature record, oltre i 40 gradi, hanno favorito i roghi nel sud-est del Paese, dove le autorità hanno riferito di condizioni "catastrofiche". le fiamme in molti casi fuori controllo si propagano molto rapidamente e per questo le autorità hanno hanno deciso di far allontanare la popolazione come unica opzione per salvarsi. Il premier australiano Julia Gillard ha lanciato un appello alla vigilanza: "La parola catastrofico è usata per validi motivi. Per questo è molto importante che le persone si salvaguardino e ascoltino le raccomandazioni delle autorità locali. Questo è un giorno molto pericoloso". Sono cinque gli Stati colpiti anche se la situazione peggiore si registra nel Nuovo Galles del sud, lo Stato più popoloso, dove si contano circa 100 incendi, di cui 20 fuori controllo, anche nelle vicinanze di Sydney. L'ondata di caldo estremo, iniziata in Australia occidentale poco dopo Natale e durata otto giorni, è stata la più violenta in oltre di 80 anni, le temperature roventi rendono molto difficili le operazioni di soccorso e di spegnimento dei roghi. (immagini AFP)