Mont St-Michel (askanews) - Blocchi stradali, code chilomentriche e tensione. E' la nuova ondata di proteste degli allevatori francesi contro la grande distribuzione che impone i prezzi troppo bassi di carne e latte. Epicentro della protesta è la Normandia, regione che basa la sua economia proprio sugli allevamenti di bestiame. La protesta ha bloccato l'accesso anche uno dei luoghi simbolo del turismo transalpino, Mont Saint-Michel.Vicino al monastero è stato versato letame e sono stati parcheggiati automezzi sul tragitto. Bloccata da decine di trattori anche la tangenziale di Caen, capoluogo della bassa Normandia.I manifestanti reclamano il rispetto da parte della grande distribuzione dell'accordo sul ritocco al rialzo dei prezzi siglato a metà giugno, e chiedono al ministro dell'Agricoltura Stephane Le Foll di recarsi sul posto per toccare con mano le loro difficoltà quotidiane.