Roma, (askanews) - "Credo che non ci sia nessun problema" per i magistrati esprimere "la propria opinione, ma c'è una questione di opportunità" rispetto a "un impegno diretto nella campagna referendaria. Le ragioni per le quali ho ritenuto opportuno un confronto con il vicepresidente del Csm attengono a tutto un altro profilo, riguardano cioè le valutazioni che sono state espresse in ordine al funzionamento di alcuni organi di rilevanza costituzionale". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, al termine dell'incontro con la giunta dell'Anm a via Arenula.