Roma, (TMNews) - "Kabul riserva sempre delle sorprese, adesso dalla polvere fioriscono palazzi di cristallo e wedding halls". Così Giuliana Sgrena, intervistata negli studi di TMNews, descrive al suo rientro la capitale afgana. E non è ottimista sul futuro dell'Afghanistan, sul quale già si allungano le ombre del potere talebano, pronti a riaffermare la loro presenza quando gli americani lasceranno il territorio.