Roma, (askanews) - "Dispositivo di sicurezza del Giubileo ai tempi dell'Isis. Non possiamo sottovalutare questo tipo di evenienza. Il piano presentato e varato è contenuto in un documento di oltre 200 pagine e la sua attuazione arriva al suo completo dispiegamento il 23 novembre, 15 giorni prima dell'apertura della Porta Santa". Lo ha detto il questore di Roma, Nicolò D'Angelo, alla conferenza stampa sul piano per la sicurezza del Giubileo."Per garantire la sicurezza nell'anno della città a Roma nel quotidiano saranno impegnati 2000 uomini tra polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia Roma Capitale e forestale", ha aggiunto il questore, spiegando che "per eventi giubilari e altri eventi particolari saranno emanate apposite ordinanze per prevedere misure e uomini aggiuntivi, come ad esempio in occasione dell'esposizione della salma di Padre Pio e la beatificazione di madre Teresa di Calcutta".