New York (askanews) - Giovanni Lo Porto, è stato ucciso durante un'operazione dell'antiterrorismo statunitense lo scorso gennaio con l'Afghanistan. Lo ha confermato il presidente americano Barack Obama."Questa mattina voglio esprimere il mio dolore e le mie condoglianze alle famiglie dell'americano Warren Weinstein e dell'Italiano Giovanni Lo Porto uccisi in Afghanistan".Il cooperante di Palermo, 39 anni, era stato rapito in nella provincia del Punjab, a cavallo tra Pakistan e Afghanistan, il 19 gennaio del 2012 da quattro uomini armati e da allora non si avevano più sue notizie. Lavorava per l'ong tedesca Wel Hunger Hilfe, nell'ambito di un progetto finanziato dall'Ue per soccorrere la popolazione del Pakistan dopo un violento terremoto."Come Presidente e come comandante in capo, mi assumo la completa responsabilità di quanto accaduto e mi scuso profondamente. Verificheremo e renderemo pubblici tutti i dettagli dell'operazione, perché i familiari devono conoscere la verità, anche se alcuni punti rimarranno segreti. Questa operazione è stata condotta seguendo le linee guida ed era indirizzata a colpire un compound di al Qaida per bloccare i terroristi. Crediamo che l'operazione abbia ucciso membri importanti di al Qaida, ma non sapevamo che stessero nascondendo lì anche Giovanni. E' una verità cruenta" Ha detto Obama che ha informato dell'accaduto il premier italiano. Anche Matteo renzi ha espresso sentite condoglianze alla famiglia Lo Porto.