Rho (askanews) - Giornata in chiave sudamericana per il presidente del Consiglio Matteo Renzi che sul sito di Expo 2015 ha incontrato i presidenti di Colombia, Bolivia e Messico. Il premier si è trattenuto per alcune ore nell'Esposizione, principalmente a Palazzo Italia, solo due giorni dopo la sua presenza accanto a Putin per la giornata nazionale della Russia, e ha avuto incontri con il boliviano Evo Morales, figura carismatica dell'universo latinoamericano, con il colombiano Juan Manuel Santos e il messicano Enrique Pena Nieto, entrambi impegnati nella battaglia per modernizzare due grandi Paesi con forti contraddizioni. Santos, che è stato accompagnato nella visita al padiglione della Colombia dal ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, ha anche tenuto un breve discorso istituzionale.Ups da 1'41 poi overvoice"Vorrei invitre tutti i colombiani - ha detto il presidente - a essere orgogliosi del loro Paese".Prima di lasciare Expo, Renzi, sotto uno scroscio di pioggia, si è recato nel padiglione messicano, dove, nonostante la calca e gli ombrelli, ha comunque salutato qualche sostenitore.Ups ciaoda 2'04 presidente ciaoa 2'09 ciao buongiorno e vaLa giornata milanese del premier dedicata al Sudamerica era iniziata in Regione Lombardia e si è conclusa all'Istituto di studi di politica internazionale. I temi di Expo e le opportunità economiche tra l'Italia e l'America Latina sono stati tra i punti principali di confronto e discussione.