Roma, 07 apr. (askanews) - L'Italia è impegnata in prima linea sulla questione degli antibiotici. Lo ha assicurato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a commento dell'allarme lanciato da uno studio britannico sui rischi dell'antibioticoresistenza, in occasione della Giornata Mondiale della Salute dedicata quest'anno alla sicurezza alimentare. "La resistenza agli antibiotici è un problema mondiale"."Il problema degli antibiotici - ha aggiunto Lorenzin - è un problema serio che insieme a quello dei vaccini è in cima alla nostra agenda. È un problema mondiale, è uno degli elementi su cui tutti i Paesi del mondo si stanno focalizzando. Ma è anche un lavoro culturale sul quale bisogna fare grande formazione".Massiccia l'attività dei carabinieri del Nas, come spiega il capitano Dario Praturlon: "I carabinieri del Nas svolgono circa 30mila ispezioni all'anno nel settore alimentari. Circa il 30% evidenziano delle irregolarità, più o meno gravi. Le attività del Nas sono svolte in modo mirato e non casuale".