Roma, (askanews) - In occasione della Giornata mondiale dell'acqua, istituita dall'Onu e celebrata ogni anno il 22 marzo, l'Istat ha fornito un quadro delle principali statistiche sulle risorse idriche: nel 2017, una famiglia su 10 (il 10,1%) ha lamentato irregolarità nel servizio di erogazione dell'acqua nella propria abitazione e circa una su 3 (il 29,1%) ha dichiarato di non fidarsi a bere l'acqua di rubinetto.

E così, nel 2016, la spesa media mensile delle famiglie per l'acquisto di acqua minerale ha registrato un incremento per il secondo anno consecutivo: +4,7% rispetto al 2015.

Il 2017 è stato l anno che ha registrato la più grande siccità dal 1800, con il 27% di precipitazioni in meno in Italia secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Isac-Cnr. L'Italia è un paese piovoso con circa 300 miliardi di metri cubi d'acqua che cadono annualmente, ma per le carenze infrastrutturali se ne trattiene solo l'11%. In questa giornata, Coldiretti ha lanciato un appello affinché si passi "dalla gestione dell'emergenza con enorme spreco di risorse" ad "abbracciare una nuova cultura della prevenzione in una situazione in cui quasi 9 litri di pioggia su 10 vanno perduti".