Napoli, (askanews) - Gigi D'Alessio all'uscita della procura di Napoli dove si è recato a testimoniare insieme alla compagna Anna Tatangelo come persona informata dei fatti in merito all'inchiesta sul clan Belforte che ha portato all'rresto di 16 persone, inclusi tre poliziotti, per traffico di droga e spaccio. Fra le accuse per gli agenti anche il peculato per aver 'scortato' con l'auto di servizio proprio D'Alessio nel dicembre del 2013, usando la sirena, fino a via Luca Giordano dove il cantante doveva presentare il suo ultimo disco alla libreria Fnac."Ho ribadito la mia estraneità ai fatti, la stessa cosa ha fatto Anna" ha detto il cantante. "Ho trovato un clima sereno e tranquillo. Siamo entrati sereni, siamo usciti serenissimi. Una bella accoglienza, tranquilla, serena. In effetti erano dichiarazioni spontanee. Mi auguro che daranno lo stesso risalto a tutta la valanga di fango che mi ha travolto,. Per il resto vi auguro una buona vita e viva l'Italia. Un bacio" ha detto il cantante ai giornalisti.