Tokyo (askanews) - Koyuki e Hiroko non sono sposate, ma sono le prime donne in Giappone ad aver ottenuto un riconoscimento come coppia gay. Nel distretto di Shibuya a Tokyo per la prima volta è stato consegnato un certificato che attesta l unione fra due donne."Mi fa molto piacere che la nostra minoranza, che è poco accettata dalla società, cominci ad avere un rionoscimento", spiega Koyuki Higashi. "Il rilascio di certificati è cominciato oggi nei quartieri di Shibuya e Setagaya, ma spero che si possa estendere rapidamente in tutto il paese. Oggi si tratta solo di un decreto municipale ma personalmente sogno di potermi sposare un giorno con Hiroko".Il provvedimento adottato a Shibuya consentirà loro di avere più tutele nel caso di assicurazioni, affitti e visite ospedaliere. E' un primo passo per i diritti dalla comunità Lgbt giapponese che rivendica la necessità della legalizzazione dei matrimoni gay sulla base dell articolo 14 della Costituzione, che sancisce l uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge."Desidero che questo dispositivo riguardi un gran numero di persone. Mi auguro che si affermi la consapevolezza che gli omosessuali sono delle persone come le altre", spiega Hiroko. Una consapevolezza che in Giappone si sta affermando, anche se molto lentamente. In un recente sondaggio di un quotidiano, il 44% degli intervistati ha approvato il matrimonio tra persone dello stesso sesso.(immagini Afp)