Milano, (TMNews) - Un team di sismologi è salpato in missione per studiare l'origine dei terremoti in Giappone. Con la nave da ricerca Chikyu sono al largo della penisola di Kyi. Qui una lunga trivella, che dal 2007 serve a perforare in profondità, tenterà di raggiungere la crosta terrestre.Nell'area della faglia di Nankai, dove si è diretta la nave, l'intensa attività geologica potrebbe scatenare un terremoto molto più devastante di quello del 2011. Per questo i geologi sono al lavoro per trivellare dai 3000 ai cinquemila metri di profondità"Studiamo i meccanismi del sisma - spiega lo scienziato Shomei Kobayashi - per predire i terremoti e per limitare i danni".Obiettivo tecnico della spedizione è anche quello di predisporre sul fondale marino dei rilevatori collegati alla terra ferma per studiare i movimenti della crosta terrestre negli istanti che precedono le scosse sismiche.Situato nel punto d'incontro di quattro placche, il Giappone subisce circa il 20% dei terremoti più potenti del pianeta. Per questo la spedizione di scienziati è tanto importante per scoprire i segreti delle scosse sismiche.(Immagini Afp)