Come intermezzo nel corso dei colloqui sui piu' delicati problemi della politica internazionale, il governo giapponese ha organizzato per i partecipanti al vertice dei ministri degli esteri del G7 una visita all'isoletta di Miyajima, di fronte a Hiroshima: un Giappone da cartolina, distante dalla pesante simbologia della citta'-martire dell'atomica. Al tempio Itsukushima – World Heritage, noto per il “Torii” che esce dalle acque del mare ed e' un simbolo del Sol Levante - Paolo Gentiloni, Federica Mogherini e gli altri capi delle diplomazie G7 sono stati accolti dalle tradizionali danze di corte Bugaku, affermatesi in Giappone gia' 1.300 anni fa. Il governo del premier Abe punta molto sul turismo e intende raddoppiare entro il 2020 il numero dei visitatori stranieri a 40 milioni dai quasi 20 milioni dell'anno scorso.