Roma, (TMNews) - Riprendere a decidere, investire e puntare sui talenti. E questa la strategia delineata dal ministro dell Istruzione, Stefania Giannini, per rilanciare il settore della ricerca aero-spaziale italiana. Nel corso del suo intervento al convegno "Spazio vitale per l'Italia" promosso dalla rivista aerospaziale Airpress, il ministro ha sottolineato come la politica abbia smesso di decidere e di esercitare il suo ruolo principale" sostituendo una visione strategica con soluzioni tattiche.Ma per dare nuova linfa al settore ha sottolineato il ministro."Bisogna rendere le condizioni di reclutamento dei ricercatori, di attrazione dei talenti stranieri, di permanenza dei talenti italiani, comparabili a quelle internazionali, semplificate e possibili".Secondo Giannini, la politica, soprattutto nel rapporto tra il mondo delle imprese e il mondo della ricerca deve indicare quei possibili obiettivi comuni che rendano questa osmosi costante, continua, come nella maggioranza dei paesi avanzati avviene."Se questo dovessimo riuscire non solo a pensarlo e condividerlo a livello politico ma anche ad avviarlo sull'agenda di governo avremo una grande opportunità per lo spazio di arrivare al 2 dicembre, la data ad oggi designata nell'agenda della presidenza per la ministeriale sui temi dello aerospazio con idee chiare, principi organizzati e forse qualche obiettivo che forse finalmente potremmo raggiungere".