Roma, (askanews) - Il ministro dell' Istruzione Stefania Giannini, dopo l'incontro a Palazzo Chigi con le associazioni degli studenti sull ddl di riforma della scuola, è tornata su uno dei punti dolenti per i sindacati della "Buona scuola", la valutazione degli insegnanti da parte dei presidi, e ha sottolineato: "Il nostro Paese deve acquisire una cultura della valutazione, che non riguarda solo la scuola ma la società in generale"."L'università - ha ricordato il ministro - ha già avviato questo processo, abbiamo introdotto la premialità, la scuola deve iniziare ma con convinzione, perché la valutazione non significa fare classifiche, né stabilire chi vince ma significa fare una diagnostica per migliorare".