Firenze (askanews) - "Non è il momento, si rischia di svendere degli immobili e, soprattutto, vedendo l'elenco che io prima non conoscevo, mi ha preoccupato, e parto da quello che mi interessa di più, Palazzo Bastogi". Così il presidente del Consiglio della Regione Toscana, Eugenio Giani, sulle voci, riportate dalla stampa, di una serie di alienazioni che avrebbe deciso la Giunta, compreso lo storico palazzo di via Cavour 18."Noi -ha spiegato Giani- abbiamo fatto come Consiglio, sei mesi fa, appena arrivati, un progetto che ha portato a dismettere tante sedi in cui pagavamo l'affitto, per concentrare molte nostre attività, come Corecom, Difensore civico, l'Aiccre, i Garanti, nell'immobile di proprietà che è Palazzo Bastogi. Poi me lo trovo nell'elenco di quelli che devono essere venduti. Deve essere un procedimento che non è partito dal presidente Rossi, ma da una logica di razionalizzazione degli uffici. Sono convinto che potremo, col presidente, dialogare, e riportare i punti sulle 'i' su un'idea, quella delle dismissioni, che è giusta, ma non ci deve far prendere la mano per fare operazioni che -ha concluso Giani- ci costringano a rimettere in affitto i nostri uffici".