Milano (askanews) - Amnesia, scossa, colpo di vento, viaggio nel tempo e chi più ne ha più ne metta. L'ultima indiscrezione di stampa, dello spagnolo El Pais, vuole un Alonso tornato indietro di 20 anni, al 1995 dopo il botto durante i test di Barcellona, il 22 febbraio 2015."Mi chiamo Fernando e corro coi Kart, il mio sogno è di arrivare in Formula 1" sembra abbia detto l'asturiano ai soccorritori, sbigottiti, che si sono affacciati nell'abitacolo della sua McLaren.Stando alla ricostruzione del quotidiano spagnolo la temporanea amnesia di Alonso sarebbe durata addirittura una settimana.Il viaggio nel tempo, invece, sarebbe durato molto meno, circa un anno, secondo un altro autorevole quotidiano, il tedesco Bild, secondo il quale, invece, Alonso dopo lo schianto credeva di essere ancora alla guida della sua Ferrari.Fin qui le ipotesi e la fantaFormula 1. Cosa sia effettivamente successo in quella curva del circuito catalano di Montmelo al momento non è dato saperlo. La questione è seria e anche preoccupante ma evidentemente gli interessi in gioco sono tali e tanti da rendere il dossier estremamente top Secret.Quello che si sa è che, per fortuna, ora il pilota sta bene anche se salterà il Gran premio d'esordio della stagione 2015 di Formula 1, il 15 marzo in Australia ufficialmente per precauzione dopo la commozione cerebrale rimediata nel botto di Barcellona. Solo un'accortezza, dunque, perché - fa sapere l'entourage del campione, a Sepang Fernando ci sarà.