Colonia (askanews) - "Siamo ancora in uno stato di enorme shock per quello che ci è successo il 24 marzo scorso".A parlare è il presidente della Repubblica tedesca, Joackim Gauck intervenuto a Colonia alla cerimonia di commemorazione per le 150 vittime dell'Airbus Germanwings precipitato sulle Alpi francesi.Tra gli altri alla cerimonia erano presenti anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, il ministro degli Interni spagnolo, Jorge Fernandez Diaz, il segretario di stato francese ai Trasporti Alain Vidalies e il direttore generale di Lufthansa, Carsten Spohr.Almeno 1.400 persone presenti nel Duomo della città tedesca, tra queste circa 500 familiari delle vittime: 72 delle quali erano tedesche, 50 spagnole e altre 28 di diversa nazionalità. Sedici morti erano giovani studenti tedeschi in viaggio con la scuola per uno scambio culturale.L'inchiesta finora ha rivelato che il disastro fu causato da un gesto sconsiderato del giovane copilota, Andreas Lubitz, affetto da problemi psichici che avrebbe fatto schiantare deliberatamente l'aereo tra le montagne dopo aver costretto, con uno stratagemma, il comandante ad abbandonare la cabina di pilotaggio per andare al bagno.(Immagini Afp)