Roma, (askanews) - Richard Gere a Roma protagonista di un evento unico. L'attore ha presentato in anteprima a una platea di senzatetto presso la mensa della Comunità di Sant'Egidio, il suo film "Gli invisibili", un viaggio nell'universo degli homeless newyorkesi, quasi un documentario in cui lui stesso si è finto homeless, entrando a tal punto nel personaggio da non essere riconosciuto dalla gran parte degli abitanti della Grande Mela mentre lo girava.

"Sono emozionato nel vedere tutte queste belle facce di fratelli e sorelle davanti a me, sono onorato, essere qui davanti a voi mi scalda il cuore, vorrei ringraziarvi perché a mio avviso sono le persone che curano le persone, non i soldi, i governi, o la politica, ma gli esseri umani" ha detto Gere.

"Gli invisibili", al cinema dal 15 giugno, diretto da Oren Moverman, è uno dei film di cui Gere va più fiero, ha lavorato sul suo personaggio aiutandosi molto con il libro scritto da un senzatetto con lo pseudonimo di Cadillac Man, che raccontava la sua realtà quotidiana di homeless.

"Quando ho iniziato a girare per strada ho iniziato ad avere la percezione di come ci si può sentire a essere invisibile, ad aver perso tutto, ogni collegamento con la società, la famiglia. Ho capito chi siamo come esseri umani, la differenza tra essere integrati nella società ed essere dall'altra parte è davvero piccolissima, e questa esperienza mi ha fatto capire la vulnerabilità di tutti noi che ci potremmo ritrovare in breve tempo per strada, diventare invisibili".

L'iniziativa benefica a Roma si inserisce in una serie di progetti filantropici che da anni Gere promuove nel mondo, ed è stata organizzata in collaborazione con il Taormina Film Fest, di cui Gere è il presidente onorario. La campagna benefica #homelesszero, infatti, organizzata dal festival, inizia con la proiezione romana e arriva a Taormina dove l'11 giugno durante l'inaugurazione della 62esima edizione, oltre 300 senzatetto provenienti dalla Sicilia assisteranno al film e alla consegna a Richard Gere del "Taormina Humanitarian Award", per il suo impegno nel sociale. Il ricavato della serata andrà a favore della Federazione italiana Organismi per le persone senza dimora.