New York(askanews) - "La lotta al terrorismo richiede uno sforzo multidimensionale, con il ricorso a tutti i possibili strumenti di cooperazione internazionale". Lo ha detto il

presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, nel suo discorso davanti alla settantaduesima sessione dell'assemblea generale delle Nazioni Unite.

"La vittoria sul terreno non è però sufficiente. Il fanatismo e l'ideologia di Daesh continuano a mietere vittime e terrore nelle nostre città", ha detto Gentiloni ricordando come l'Isis stia ritirandosi e perdendo aree enormi in Siria e in Iraq.

Poi Gentiloni ha elencato le iniziative per il contrasto del terrorismo: "Penso ad esempio alle iniziative di contrasto all'utilizzo di Internet e dei social media da parte dei terroristi o al finanziamento dei gruppi terroristici, che non esitano a saccheggiare e distruggere il patrimonio culturale", ha continuato sottolineando come l'Italia "è un partner attivo della Coalizione Globale contro Daesh".