Rho-Pero, (askanews) - Una "conferma di relazioni amichevoli sul piano economico". È quanto si aspetta il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni dal prossimo incontro con il presidente russo Vladimir Putin a Expo, previsto per il 10 giugno. "Il fatto che ci sia un capitolo di tensione relativo all'Ucraina, e una forte richiesta da parte dell'Italia, dell'Europa e dell'Occidente alla Russia di influire positivamente sull'evoluzione in Ucraina nei confronti dei separatisti, non deve pregiudicare da un lato la necessità di un dialogo con la Russia in tanti dossier internazionali e dall'altra l'esistenza di relazioni economiche che nei settori non sanzionati non devono avere alcun freno" ha detto il ministro a margine del Forum zona sui Paesi africani a Expo 2015."Io dico spesso che in questo momento la Russia sta diversificando la propria economia per via del prezzo del petrolio e questo addirittura può essere una opportunità aggiuntiva per il sistema delle imprese italiane nel campo delle infrastrutture e in altri campi" ha aggiunto Gentiloni.