Genova (TMNews) - Tafferugli tra lavoratori dell'Ilva e polizia davanti alla Prefettura di Genova. Gli scontri sono scoppiati quando un gruppo di operai ha tentato di fare irruzione nel palazzo, ma è stato respinto dai poliziotti in assetto antisommossa.I lavoratori, che protestavano contro il mancato pagamento della quattordicesima, hanno portato in piazza anche alcuni mezzi meccanici da lavoro. Due auto della polizia posteggiate davanti alla Prefettura sono state spostate di peso da un gruppo di manifestanti per permettere a un carrello elevatore di posizionarsi davanti all'ingresso del palazzo.All'indirizzo della polizia, schierata davanti al portone, sono stati lanciati fumogeni e petardi. Prima di raggiungere in corteo la Prefettura, i manifestanti, alcune centinaia, avevano sfilato pacificamente in città, scandendo slogan contro il Governo ed il nuovo commissario straordinario dell'Ilva, Piero Gnudi.Lo stato di agitazione, proclamato da Fiom, Fim e Uilm, proseguirà, spiegano i sindacati, finché non arriverà una risposta dal governo sul futuro dell'azienda. Oltre alla quattordicesima, che non è stata ancora versata sarebbero a rischio anche gli stipendi dei prossimi mesi.