Genova, (TMNews) - "Oltre alla torretta dei piloti abbiamo anche perso la lanterna di Genova"; "E' stato vicino alla gente che soffriva e nel suo piccolo è stato un grande". Tutti in fila a Genova per un ultimo saluto a Don Gallo, il "prete di strada". Nella chiesa della comunità di San Benedetto è stata allestita la camera ardente. Qui, sul feretro sono state appoggiata la sciarparossa che indossava sempre, una bandiera del Genoa e una con i simboli della pace.A tutti coloro che in questi giorni visiteranno la camera ardente è stato chiesto espressamente di non portare fiori, che "per don Gallo - fanno sapere dalla comunità - sono sempre stati fuori luogo ai funerali". "E' stato una voce fuori dal coro in questo mondo banale dove tutto è uguale - dice quest'uomo che lo ha conosciuto bene - D'altronde tutto finisce e anche lui è finito"."Era presente in tutte le problematiche sociali, in cui non c'è lo Stato, ed era realmente l'amico, l'amico di tutti", ricorda un altro. I funerali di Don Gallo si terranno sabato a Genova.