Genova, (TMNews) - Ci ha dovuto pensare il sindaco di Genova Marco Doria a calmare gli animi dei lavoratori della Amt, l'azienda dei trasporti locale, che protestano contro il piano di 400 esuberi. Il primo cittadino ha assicurato che il tema di un eventuale privatizzazione dell'azienda vedrebbe il coinvolgimento di tutti gli attori in campo e al riguardo non esclude nemmeno la possibilità di un referendum. L'intervento di Doria si è reso necessario dopo la plateale protesta messa in atto dai lavoratori Amt al consiglio comunale. Duecento lavoratori hanno invaso l'aula, scandendo slogan contro i licenziamenti e l'eventuale privatizzazione di Amt. Il segretario Filt Cgil Genova, Andrea Gamba. "La situazione è tesa soprattuto per le dichiarazioni di alcuni consiglieri comunali che in qualche modo stanno cercando di incattivire un po' il clima". Nel mirino dei lavoratori è finito soprattutto il capogruppo del Pd, Simone Farello, che è stato bersagliato di fischi e insulti. Le proteste dei lavoratori hanno costretto il presidente del consiglio comunale Giorgio Gurello a sospendere la seduta.