Genova (TMNews) - Piazza Don Andrea Gallo, prete di strada. Proprio nel giorno in cui avrebbe compiuto 86 anni, nel cuore del centro storico di Genova è stata intitolata una piccola piazza al sacerdote genovese scomparso poco più di un anno fa. Il Comune di Genova ha voluto così ricordare il fondatore della comunità di San Benedetto al porto che con il suo impegno aveva contribuito alla riqualificazione del Ghetto, l'antico quartiere dove sorge la piazza. Alla cerimonia, sentita e toccante, tra gli altri ha partecipato anche la moglie di Fabrizio De Andrè, Dori Ghezzi, che ha ricordato il profondo legame che esisteva tra il cantautore genovese e don Gallo. A gremire la piazza, oltre ai ragazzi della comunità e alle princese, le transgender storiche del Ghetto, che per l'occasione hanno diviso la prima fila con i rappresentanti delle istituzioni, centinaia di semplici cittadini, tra cui tanti immigrati, per i cui diritti don Gallo si era sempre battuto.