Genova, (TMNews) - Clamorosa protesta dei coristi delTeatro Carlo Felice di Genova che, per contestare la decisione della Cda del teatro di mettere in mobilità una cinquantina di dipendenti della Fondazione tra orchestrali, coristi, maestri, tecnici e impiegati, hanno intonato l'Inno d'Italia e il "Va Pensiero" nell'aula del Consiglio comunale.La protesta fantasiosa e pacifica dei dipendenti del Carlo Felice ha costretto per l'ennesima volta il presidente del Consiglio, Giorgio Gurello, a sospendere la seduta.