Genova (TMNews) - Ombrelloni, lettini e cabine gratuite per le famiglie genovesi che in questo periodo di crisi non possono permettersi di pagare l'accesso a uno stabilimento balneare. E' quanto prevede il progetto "Ombrellone sociale', promosso dall'associazione Donnedamare e sostenuto dal Consorzio stabilimenti balneari di Genova e dal Municipio Medio Levante. All'iniziativa, valida fino al 31 luglio, esclusi i fine settimana, hanno aderito tre stabilimenti di Corso Italia: i bagni Roma, i bagni Italia e lo stabilimento Sporting. Laura Castello è la proprietaria dei bagni Roma."L'idea - spiega la signora - nasce da un concetto semplice: il mare è di tutti e tutti hanno diritto a usufruirne. Se possiamo aiutare famiglie con disagi sociali, economici più accentuati, siamo ben felici di farlo".Negli stabilimenti che hanno aderito al progetto, le famiglie in difficoltà economica, la cui privacy è ovviamente tutelata, possono usufruire di tutti i servizi destinati ai normali clienti."Queste persone - aggiunge Laura Castello - da noi per esempio viene una signora con due bimbe piccole, hanno diritto a tutto quello che è previsto per un cliente pagante".Un tentativo, quello di Genova, di rendere meno difficile questa estate segnata dalla crisi, provando per una volta a mettere in circolo energie positive. Chissà che non sia una possibile via d'uscita alternativa alla stagnazione che attanaglia il Paese.