Bari (TMNews) - Scoperta e sequestrata un'area di 23mila metri quadri nel Foggiano utilizzata come discarica di rifiuti speciali. Il Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Bari, impegnato nell'opera di controllo del territorio anche per quanto riguarda la sempre più urgente e drammatica tutela dell'ambiente, ha individuato la discarica abusiva nella località di Monte Aquilone, nel Basso Foggiano.I militari delle Fiamme gialle, dopo una serie di perlustrazioni nelle campagne di Manfredonia, dove era stata segnalata l'esistenza di ingenti depositi di materiali di scarto e di rifiuti pericolosi, hanno individuato l'area dove erano state abbandonate diverse tonnellate di pneumatici, lastre di eternit e altro materiale nocivo per la salute e l'ambiente.Gran parte dei rifiuti speciali è stato rinvenuto all'interno di grotte e profonde spaccature di cui è caratterizzato il terreno. L'intervento delle Fiamme Gialle ha permesso di scongiurare il rischio che gli anfratti potessero essere ricoperti di terra per cancellare le tracce dell'illecito.L'Arpa Puglia sta procedendo alla catalogazione dei rifiuti e all'analisi del rischio inquinamento per valutare gli interventi di bonifica e procedere al recupero e al corretto smaltimento o riciclo dei materiali. In pieno sviluppo anche le indagini per individuare i responsabili del reato configurato dagli inquirenti come inquinamento ambientale.