Nell'ambito dell'operazione "BETRAYAL", Guardia di Finanza e Polizia hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare (due in carcere e tre agli arresti domiciliari), nei confronti di un funzionario del Ministero dei Beni e delle attività culturali, di un professionista e di tre imprenditori, per i reati di corruzione, falso, turbativa d'asta, millantato credito ed emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.