Gaza (TMNews) - Una guerra che riassume in sé tutte le problematiche di un conflitto storico che, alle condizioni attuali, nei fatti sembra impossibile da risolvere. A Gaza, dopo la fine dell'ultima tregua, sono ripresi i lanci di razzi verso Israele da parte di Hamas e, contestualmente, i raid dell'aviazione dello Stato ebraico, che hanno fatto nuove vittime tra i palestinesi. Tel Aviv parla di necessità di garantire la propria sicurezza, messa in discussione fin dalla nascita di Israele. Dall'altra parte però i palestinesi chiedono l tutela dei propri diritti e anche gli estremisti di Hamas dicono di non volere un'ulteriore escalation. Nello stallo e nella distanza delle posizioni le armi non smettono di sparare e si continua a morire, da una parte e dall'altra.+++ file 8.57Ed episodi come la distruzione, in un raid israeliano, di una moschea di Gaza City non incoraggia certo i già difficili tentativi di dialogo.Ups da 2'32"L'obiettivo di Israele - dice un uomo palestinese - è uccidere la religione. Ma la religione è come il sole, nessuno lo può oscurare".Con queste premesse è difficile anche solo ipotizzare delle vie d'uscita pacifiche. Come accade ormai da quasi 70 anni.