Roma, 26 ago. (TMNews) - Israele colpisce le torri a Gaza, gli edifici di una quindicina di piani. Fra i palazzi distrutti nella notte c'è questo, detto l'Italian Mall, il centro commerciale italiano, costruito alla fine degli anni Novanta con fondi italiani appunto. Nella torre c'erano anche una cinquantina di appartamenti residenziali. La distruzione di questa e di altre torri di appartamenti a Gaza City ha seguito la prassi abituale dell'esercito israeliano: dare un breve preavviso agli abitanti per evacuare i luoghi; lo racconta Mahmoud Hallas, la sua casa in un palazzo adiacente è stata danneggiata: "La gente si è messa a urlare, dicendo ci hanno chiamato gli ebrei, colpiranno la Torre. Abbiamo fatto uscire i bambini che dormivano. Credo che abbiano tirano 12 missili da F16".L'offensiva israeliana su Gaza ha superato il 50esimo giorno e i raid aerei continuano. Bombardare le Torri residenziali potrebbe avere lo scopo di colpire anche gli abbienti a Gaza city, dopo la distruzione dei quartieri orientali più poveri, per fiaccare il sostegno verso Hamas."Non ci sarà soluzione senza accordo sugli obbiettivi della resistenza" dice Mahmoud Hallas. "Noi siamo d'accordo con la resistenza, ma c'è tanta distruzione, ora basta".Al Cairo intanto proseguono i tentativi di trovare un cessate il fuoco; secondo fonti palestinesi l'Egitto sta preparando una nuova proposta.