Gaza (askanews) - Decine di giovani a Gaza hanno manifestato davanti alle sedi di alcune organizzazioni americane per protestare contro la morte di tre studenti musulmani di origine palestinese uccisi negli Stati Uniti, a Chapel Hill, in North Carolina. I tre, Deah Shaddy Barakat, 23 anni, sua moglie Yusor Abu-Salha, 21 anni, e sua sorella Razan Abu-Salha, 19 anni, sono stati uccisi a colpi di pistola da un loro vicino di casa, un violento spinto da odio religioso. I media e il governo americano sono stati accusati di essere intervenuti tardi e di aver sottovalutato tutta la vicenda."Il nostro messaggio è di natura pacifica, non c'è violenza. Abbiamo solo bloccato l'entrata di un'associazione americana per protestare contro l'inerzia dei media statunitensi dopo il triplice omicidio di tre musulmani palestinesi. La risposta a questa inerzia verrà dalle manifestazioni in tutto il mondo".Il presidente americano Barack Obama ha definito l'omicidio "brutale e atroce". "Negli Stati Uniti nessuno dovrebbe mai diventare un bersaglio per quello che è, per il suo aspetto o per le sue credenze", ha commentato.(Immagini Afp)