Gaza (TMNews) - Almeno 16 palestinesi sono rimasti uccisi in una scuola dell'Onu nella Striscia di Gaza. Colpi di artiglieria israeliana hanno centrato la scuola delle Nazioni Unite nel campo profughi di Jabalia, nel nord dell'enclave palestinese, dove negli ultimi giorni si sono rifugiate molte persone in fuga dai combattimenti.I racconti dei superstiti sono drammatici."Stavamo dormendo nella scuola quando il primo colpo è caduto in quest'aula e tutti hanno cominciato a scappare. Poi è arrivato il secondo colpo. Tutti quelli che erano in questa classe sono morti"."Bombardano gli edifici, le case, le scuole. Non esistono più luoghi protetti, a Gaza non esiste alcuna protezione internazionale"."Qui c'erano solo bambini, dei ragazzi. Perché fanno questo...? Dove possiamo trovare rifugio?".La guerra diventa sempre più feroce. Una proposta di tregua temporanea è stata respinta dal leader del braccio armato di Hamas, le Brigate Ezzedin al-Qassam.Al 23esimo giorno di conflitto tra Israele e Hamas si contano circa 1.260 morti palestinesi e 56 israeliani, tra cui 53 soldati, mentre proseguono inutilmente gli sforzi della comunità internazionale per arrivare a un cessate il fuoco definitivo.(Immagini Afp)