Bolzano (TMNews) - Il ministro Ncd delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, si dice "stupito" dalle reazioni dei sindaci e non dalla sortita del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, sulla vicenda delle unioni tra coppie omosessuali. A margine del Business Forum delle imprese italo-tedesche, Lupi ha sottolineato che un ministro "ha il dovere di far rispettare le leggi. Se si vogliono cambiare le leggi lo strumento è il Parlamento". Lupi ha aggiunto che "oggi il matrimonio civile è quello tra uomo e donna e non si può registrare una cosa diversa. Sul tema della famiglia "non faremo un passo indietro - ha concluso - il Pd lo sa molto bene e sa che questo Governo non è un monocolore. Con Renzi stiamo lavorando molto bene e si possono affrontare con molta serietà e meno ideologie anche temi come questo".