Roma, (askanews) - "Dobbiamo pretendere che l'Islam contrario alla violenza esca allo scoperto". Lo ha affermato il presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna, a margine del convegno "Quadro geopolitico e antisemitismo" organizzato alla Camera dei deputati. "Non può essere lasciato solo chi combatte la violenza esponendolo quindi a un rischio maggiore: perché più uno è isolato più può essere colpito", ha aggiunto Gattegna sottolineando che "la contrarietà alla violenza e l'apertura al dialogo devono diventare un fenomeno di massa nell'ambito delmondo islamico". Su questo punto, "da parte nostra c'è la massima disponibilità", infatti "siamo in contatto con dei gruppi islamici in Italia che hanno rifiutato esplicitamente il ricorso alla violenza".