Tokyo (askanews) - Tre ex dirigenti della Tokyo Electric Power Company, responsabile della centrale nucleare di Fukushima, saranno processati per stabilire eventuali responsabilità in seguito ai ricorsi presentati dai cittadini dopo il disastro causato dallo tsunami del marzo 2011.Tsunehisa Katsumata, 75 anni, ex presidente del consiglio di amministrazione del gruppo Tepco, al vertice della compagnia al momento del dramma, e due suoi vice all'epoca, Sakae Muto, 65 anni, e Ichiro Takekuro, 69 anni, saranno rinviati a giudizio. Lo hanno annunciato i legali che hanno assistiti i ricorrenti durante una procedura complessa durata diversi mesi.Sarà la prima volta che la giustizia giapponese dovrà pronunciarsi su eventuali responsabilità dell'incidente nucleare di Fukushima. I tre dovranno rispondere alle accuse di non aver messo in campo misure che avrebbero permesso di evitare i danni causati alle installazioni dallo tsunami e quindi tutta la catena di eventi e incidenti successivi.(Immagini Afp)