Parigi (Askanews) - Un "veliero" fatto di vetro, acciaio e legno nel cuore del Bois de Boulogne. E' la nuova struttura della Fondazione Louis Vuitton, progettata dall'archistar Frank Gehry, l'autore del Guggenheim di Bilbao e di altri capolavori architettonici, che sarà inaugurata a Parigi il 27 ottobre. Fil rouge degli spazi esterni e interni è la metafora dell'acqua e del movimento."Nel ventunesimo secolo tutto è movimento - ha speigato l'architetto canadese - aerei, navi, le auto e il traffico. Volevo rendere questa idea di movimento attraverso i materiali"."Ho utilizzato il vetro per quelle che ho chiamato le vele - ha speigato Gehry - Delle vele che rievocano i velieri. Questo 'edificio solido' in mezzo al bosco non è effimero e questa costruzione dovrebbe sortire come effetto l'idea di una nuvola"Ogni vela ha una forma e una curvatura diversa dalle altre. "Così - ha sottolineato - la facciata cambia con la luce molto di più di un edificio normale. Tra la parte in vetro e quelle rigide che la sostengono c'è lo spazio per altre luci o per delle piante o per l'arte".La protagonista sarà proprio l'arte in questo spazio di 11.000 metri quadrati, con due collezioni: quella d'arte contemporanea della Fondazione e quella privata di Bernard Arnault, proprietario del colosso della moda LVMH, e mecenate di tutta l'operazione.(immagini Afp)