Parigi (TMNews) - La Francia guarda a destra: le elezioni europee segnano un trionfo per il Fronte nazionale di Marine Le Pen, che ottiene oltre il 25% dei voti, diventa il primo partito e infligge un distacco di 10 punti al Partito Socialista del presidente Hollande. E ora la Le Pen detta le condizioni."Nella democrazia francese - ha detto la presidente del FN - solo il popolo è sovrano. Allora bisogna ritornare al popolo, sciogliere l'Assemblea nazionale, imporre il sistemaproporzionale e fare nuove elezioni perché il Parlamento diventi davvero nazionale e rappresentativo".Le Pen è oggi il simbolo del rafforzamento degli euroscettici e chiama a raccolta i vari movimenti che, negli altri Paesi, contestano le politiche comunitarie. Ma intanto lo scossone ha un fortissimo impatto sulla politica transalpina."Questo voto - ha detto il premier Manuel Valls in conferenza stampa - non è altro che un nuovo allarme, uno choc, un terremoto che riguarda tutti i politici nazionali che ora devono reagire. Nessuno di noi può sottrarsi a questa responsabilità".A cominciare del governo Hollande, chiamato a fronteggiare una crisi di consensi che continua ad aggravarsi.