Saint Jean d'Iliac (askanews) - Più di 600 vigili del fuoco sono mobilitati in Francia per domare una serie di vasti incendi scoppiati nella regione della Gironda, nel sud ovest del paese. Finora, secondo gli esperti, anche a causa del vento che ha alimentato le fiamme, è andata distrutta una superficie di circa 600 ettari. "Allo stato attuale - ha spiegato il capo dei pompieri, Dominique Mathieu - il trattamento della parte bruciata è quasi completo. Abbiamo il supporto aereo dei Canadair e del Dash 8. I pionieri della protezione civile sono sempre all'opera, nella zona ci sono delle abitazioni e su queste azioni mirate dobbiamo concentrare la nostra attenzione"."Una cosa molto confortante è la gara di solidarietà tra gli abitanti - ha aggiunto Seyve hervé, il sindaco di Saint Jean d'Iliac, uno dei comuni più colpiti dagli incendi - le aziende, i commercianti e gli stessi abitanti, sin da venerdì hanno partecipato alla preparazione dei pasti per gli evacuati sapendo che attendavamo oltre 400 sfollati nella palestra cittadina".Le cause dell'incendio rimangono al momento ancora sconosciute anche se non si esclude alcuna pista, compresa quella dolosa. I pompieri confidano nell'arrivo delle piogge, previsto per mercoledì 29 luglio, che dovrebbe dare una grossa mano ad aver ragione del rogo.(Immagini Afp)