Parigi, (TMNews) - Per soddisfare le esigenze dei viaggiatori i nuovi treni regionali in Francia saranno più larghi dei precedenti. Peccato che ci si sia resi conto in ritardo che, per rendere compatibili le vecchie banchine, dovranno essere spesi oltre 50 milioni di euro.Una situazione definita "comicamente drammatica" e "rocambolesca" dal sottosegretario ai Trasporti, Frederic Cuvillier, che ha denunciato il disfunzionamento causato dall'esistenza di due distinte entità ferroviarie, la Société nationale des Chemins de fer (SNCF) e le Réseau ferré de France (RFF). Un progetto di riforma atteso per giugno prevede il raggruppamento di queste due aziende in un solo grande gruppo.Ma intanto la messa in funzione sulla rete della nuova generazione di treni "più larghi per rispondere alle aspettative della clientela", "richiede la modernizzazione di 1.300 banchine delle 8.700 dell'intera rete ferroviaria francese", hanno riconosciuto le due aziende. I lavori dovrebbero svolgersi nel giro di tre anni, tra fine 2013 e fine 2016.