Parigi, (TMNews) - In Francia nel 2013 le denunce di atti omofobi sono aumentate del 78% rispetto all'anno precedente. Lo rivela il rapporto annuale dell'associazione SOS Homophobie: "In vent'anni le testimonianze di atti omofobi di ogni genere ricevute dalla nostra associazione non hanno fatto che aumentare, ma il loro numero è letteralmente esploso nel 2013", con la ricezione di 3.500 testimonianze.Gli "atti omofobi" comprendono sia gli insulti ricevuti su internet, al lavoro o in strada, che le minacce, se non addirittura le aggressioni fisiche. Gli insulti rappresentano il 39% del totale, le aggressioni fisiche il 6%, pari a una ogni due giorni, che corrisponde a un aumento del 54% rispetto al 2012.Il varo, nel 2013, della legge che consente il matrimonio omosessuale in Francia ha sicuramente esacerbato gli animi ed è stata accompagnata da una vivace e talvolta violenta opposizione dei settori più conservatori e cattolici della società francese.