Parigi, (askanews) - "Tutto è perdonato, il sono Charlie Hebdo". E' questa la copertina del numero del settimanale satirico francese post-strage, in edicola mercoledì 14 gennaio. A causa della massiccia richiesta esce in tre milioni di copie, rispetto al milione inizialmente previsto, e tradotto in 16 lingue. Nella vignetta realizzata da Luz il Profeta Maometto piange mentre tiene in mano un cartello con la scritta "Je suis Charlie",con un titolo sarcastico "tutto è perdonato". La prima è stata anticipata con un tweet da Liberation, che ospita la redazione del settimanale satirico. Il numero di Charlie Hebdo esce a una settimana esatta dallo sconvolgente assalto armato dei fratelli Kouachi contro la redazione, rispetto al milione inizialmente previsto."Siamo pronti anche se abbiamo dovuto un po' correre, è stata una settimana difficile. Però vi faremo ridere, perché abbiamo pianto abbastanza. Adesso basta" ha dichiarato Gerard Biar, il caporedattore al timone della redazione dopo la morte di Charb.(immagini AFP)