Vouvray (askanews) - "Trasparenza assoluta", è questo l'ordine impartito dal ministro della Sanità francese, Marisol Touraine a tutte le istituzioni coinvolte nelle indagini sull'incidente aereo avvenuto nel tardo pomeriggio del 10 dicembre 2014, a Vouvray, nei pressi di Tours, nella Valle della Loira.Un jet militare d'addestramento Alpha jet dell'Armée de l'air (l'Aeronautica militare francese) in missione notturna si è schiantato su un centro per disabili causando la morte di una persona e 5 feriti tra le persone che erano all'interno dell'edificio. Indenni i due piloti a bordo del jet, istruttore e allievo che sono riusciti a lanciarsi fuori dall'aereo."I piloti hanno avuto un grave problema tecnico mentre stavano sorvolando la città e hanno dovuto reagire prontamente - ha spiegato ai giornalisti il colonnello Cyrille Duvivier, comandante della base aerea di Tours - hanno evitato le zone abitate a sud del campo, non hanno potuto risolvere il problema e gli è stato detto di lanciarsi fuori. Hanno diretto l'aereo su una zona scura che sembrava disabitata e si sono eiettati".I due piloti sono stati ricoverati in ospedale per accertamenti ma stanno bene. Meno fortunati sono stati gli occupanti della struttura contro la quale è andato malauguratamente a impattare l'aereo ormai senza controllo.La vittima è un uomo di 63 anni che viveva da tempo in quella struttura.(Immagini Afp)