Roma, (askanews) - Davanti ai sindaci di Francia riuniti a Parigi, il presidente della Repubblica francese François Hollande parla chiaro, affermando che il blitz a Saint-Denis conferma che "siamo in guerra"."Queste azioni ci confermano ancora una volta che siamo in guerra - dichiara il presidente francese - una guerra contro un terrorismo che ha deciso esso stesso di portarci alla guerra. E' l'organizzazione jihadista Daesh". "Dispone di un esercito, di risorse finanziarie, petrolifere, occupa un territorio, ha dei complici in Europa e nel nostro paese con giovani islamisti radicali - prosegue, concludendo - commette dei massacri laggiù e vuole uccidere anche qui, qui ha ucciso".(immagini Afp)