Vernet (askanews) - Nel piccolo villaggio di Vernet, sulle Alpi francesi, si è svolta una cerimonia commemorativa per ricordare le 150 vittime del disastro aereo della Germanwings; il 24 marzo 2015, 4 mesi fa, un airbus A-320 della compagnia tedesca, gestita dalla Lufthansa, partito da Barcellona e diretto a Duesseldorf, si schiantò al suolo a causa di una manovra deliberata del copilota, Andreas Lubitz, con problemi di depressione, che dopo aver chiuso fuori dalla cabina di pilotaggio il comandante dell'aereo, Patrick Sonderheiner, manovrò il pilota automatico in modo da far precipitare l'aereo contro le montagne.Grazie al forte impegno messo in campo negli ultimi mesi dai soccorritori francesi, quasi tutti i resti dei corpi sono stati identificati e restituiti alle famiglie delle vittime.Quelli non identificabili sono stati seppelliti in un'urna comune nel piccolo cimitero della chiesa di Sainte-Marthe di Le Vernet, non lontano dalla stele che ricorda la catastrofe.(Immagini Afp)