Roma, (askanews) - "Non era informato il presidente del Consiglio né il sottoscritto di quella scelta di coprire le statue. Io penso che ci sarebbero stati facilmente altri modi per non andare contro la sensibilità di un ospite straniero così importante, senza questa incomprensibile scelta di coprire le statue". Così il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini sulla polemica delle statue dei Musei Capitolini inscatolate per evitare al presidente dell'Iran, Hassan Rohani, la visione dei nudi marmorei. Franceschini ha accompagnato Rohani in visita al Colosseo.