Roma, (askanews) - Cinque spot, con attori come Alessio Boni, Karin Proia, Enrico lo Verso, Lidia Vitale, ispirate ai comandamenti: è la nuova Campagna di comunicazione per la Sicurezza stradale della fondazione Ania, che si rivolge a tutti, e in particolare ai giovani.Aldo Minucci, presidente della Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale, ha spiegato:"L'obiettivo è quello di migliorare la situazione, ridurre numero dei morti e degli incidenti e per raggiungere questo obiettivo noi vogliamo mettere un tassello cercando di portare all attenzione delle persone, delle famiglie e dei giovani delle tematiche in maniera tale che dal momento in cui qualcuno sale sulla macchina o su qualunque mezzo capisce che è uno strumento pericoloso".Cinque dei 10 comandamenti sono la chiave che ispira gli spot, per il cinema e per la tv, che richiamino il rispetto delle regole di vita anche sulla strada per evitare gli incidenti e i morti sulle strade, 3.385 nell'ultimo anno.Ospite d'eccezione alla presentazione della campagna Carlo Verdone:"Mettendosi in macchina bisogna mettersi subito la cintura, poi, mettere l'auricolare e non guidare con una mano che ha il cellulare, con un dito con cui hai la sigaretta e con due dita tieni il volante, non si può fare così". ..."Ci sono mille distrazioni che possono essere mortali".Distrazioni e comportamenti irresponsabili, come guidare ubriachi, che soprattutto la notte e soprattutto tra i giovani sulle strade diventano spesso fatali:"Non c'è lucidità la notte purtroppo. I giovani devono pensare un po' di più alle conseguenze che provocano queste cose, invece non ci pensano, sono irresponsabili". "Devono riflettere su chi lasciano, pensare a chi possono fare del male e a una vita che possono troncare da un momento all'altro, anche alla loro vita che a un certo punto ha uno stop".