Dal primo febbraio, è possibile chiedere all'l'Inps il voucher baby sitter, il contributo di 600 euro mensili destinato alle mamme lavoratrici come alternativa alla fruizione del congedo parentale per pagare l'asilo nido o la baby sitter. Introdotto in via sperimentale nel 2012, il bonus è stato prorogato anche per il 2016 dall'ultima legge di Stabilità, che lo ha anche esteso alle lavoratrici autonome e alle imprenditrici. Nel “Focus”, fanno il punto sul sostegno alle neomamme Valentina Paluzzi (Patronato Inas Cisl), la deputata Renate Gebardh (Svp-Gruppo Misto) e la viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova (Pd).